Che cos’è C.O.R.P.I.?
C.O.R.P.I. (Coordinamento Operativo Resistenza, Proposta, Informazione) è un coordinamento di persone che vogliono migliorare la propria città attraverso proposte concrete e realizzabili in vari campi.

Cosa fanno i gruppi?
Per sviluppare al meglio le nostre proposte ci siamo divisi in gruppi, ognuno studia e approfondisce il tema di cui si occupa, si mette in contatto con chi già opera in quel settore e arriverà nel tempo a formulare proposte. In ogni gruppo ci sono alcuni esperti del tema, che portano la loro competenza ed esperienza pluriennale, ma anche persone meno esperte, semplicemente interessate a dare un proprio contributo, per quel che possono.

Quali sono i gruppi?
Per ora abbiamo 7 gruppi:
PERIFERIE
CURA
LAVORO
CULTURA
AMBIENTE E MOBILITÀ
SCUOLA E UNIVERSITÀ (e rapporto di esse con la città)
COMUNICAZIONE

Le proposte a chi verranno presentate?
Alla cittadinanza nella sua totalità, anche quella che non fa parte di CORPI, attraverso vari canali comunicativi, tradizionali e non.
In alcuni casi, se i consiglieri comunali che partecipano al lavoro di CORPI lo riterranno opportuno, potremmo presentare le nostre proposte in consiglio e vedere se maggioranza e opposizione attuale le voteranno.

Come posso partecipare?
Tramite i canali ufficiali di CORPI: iscrivendosi alla newsletter o inviando una email a [email protected]

Siete contro l’attuale amministrazione?
Siamo per, non contro. Siamo per migliorare la città, se le amministrazioni lo fanno siamo con loro, se non lo fanno siamo contro di loro.

Lavoro con l’amministrazione attuale e ho paura di ritorsioni se dico pubblicamente quello che penso ma vorrei dare il mio contributo a CORPI, come posso fare?
Si può partecipare come “consulenti esterni”, anche in maniera anonima. CORPI si impegna a proteggere questo anonimato, perché sa che le ritorsioni verso chi non si allinea, purtroppo, esistono, anche se questo non dovrebbe accadere.

Ho votato l’attuale amministrazione per vedere se cambiava qualcosa ma ho visto che non è cambiato molto o è cambiato in peggio, posso partecipare a CORPI?
Sì!

CORPI è per il ritorno del passato?
Siamo per immaginare il futuro e provare a agire attivamente per crearlo, da cittadini di Ferrara che amano la città in cui vivono.

CORPI è di sinistra, di destra o di centro?
In CORPI ci sono persone, singoli, associazioni, movimenti e partiti diversi, ognuno orgoglioso delle proprie idee. CORPI è per natura trasversale e riteniamo questo una inestimabile ricchezza, perché ci permette di avere una visione completa e non di parte dei bisogni della città e delle possibili soluzioni che si possono adottare per risolvere i problemi e essere innovativi.

Volete sostituirvi ai partiti?
No, riteniamo che i partiti abbiano un ruolo fondamentale e insostituibili in una democrazia rappresentativa. Forse dovrebbero rinnovarsi un po’, e forse CORPI può dare loro una mano a farlo.

Siete un movimento, un partito o un’associazione?
Niente di tutto ciò. Siamo un coordinamento di persone che fanno cittadinanza attiva e formulano proposte utili alla collettività. Quindi singoli, associazioni, partiti, di orientamenti diversi ma con il comune obiettivo di migliorare la città in cui vivono, a vantaggio di tutti, nessuno escluso.

Siete l’ennesimo gruppo che si aggiunge a altri gruppi già esistenti?
No, siamo un coordinamento tra ciò che già esiste, che si allarga a ciò che non esiste ancora o ancora non si vede e fa nascere cittadinanza attiva anche dove ancora non c’è.

CORPI vuole creare un monopolio, soverchiare e prendere il posto di ciò che già esiste?
No, CORPI vuole unire le varie lotte sparse già esistenti (di singoli, comitati, associazioni, movimenti, partiti, gruppi) per renderle più efficaci.
CORPI vuole fare uscire dalla solitudine tanti singoli e permettere a tanti frammenti di diventare un corpo comune, per fare fronte comune e riuscire più facilmente a ottenere risultati effettivi, capaci di cambiare in meglio la vita della comunità.

CORPI si vuole candidare alle elezioni?
No. Abbiamo orientamenti politici diversi e ognuno, al momento delle elezioni (2024) se riterrà di candidarsi, si presenterà con il partito più vicino alle proprie convinzioni. Il nostro orizzonte è molto più ampio della scandenza elettorale.
Siamo un insieme di cittadini attivi, non un partito o una lista.

Se siete di orientamenti politici diversi, non litigate su tutto?
No, siamo persone civili. La diversità ci aiuta a trovare soluzioni adeguate per tutta la cittadinanza e non solo per una parte. È chiaro che bisogna fare un lavoro di sintesi per arrivare a delle proposte condivise. È questo l’obiettivo principale di CORPI: coordinare, fare fronte comune, fare sintesi.

Siete Sardine?
No. Siamo un insieme di persone di orientamenti diversi che fanno cittadinanza attiva. Al nostro interno ci sono anche persone che si riconoscono nel movimento delle Sardine, altri che si riconoscono in altri movimenti e partiti, altri che non si riconoscono in nulla e si sentono orfani, senza voce e non rappresentati dalla politica attuale.

Siete giovani o vecchi?
In Corpi ci sono persone di 18 anni (ma anche molti minorenni che vorrebbero partecipare e lì aspettiamo!) e persone di oltre 70 anni. E tutto quello che c’è in mezzo. Abbiamo persone di tutte le età, com’è ovvio che sia.

Non ho mai fatto politica, posso partecipare a CORPI?
Sì!

Ho fatto politica per tanti anni, posso partecipare a CORPI?
Sì!

Ho fatto politica ma poi mi ci sono distaccato, disgustato dai partiti, posso partecipare a CORPI?
Sì!

Faccio attualmente politica in un partito, posso partecipare a CORPI?
Sì!

Non me n’è mai importato niente della politica, ma vorrei contribuire a migliorare alcuni aspetti della città in cui vivo, posso partecipare a CORPI?
Sì!

Non sono di Ferrara, ma mi interessa il vostro lavoro, posso partecipare a CORPI?
Sì!

Ho letto l’appello iniziale “I nostri CORPI come anticorpi” ma non ho capito cosa si intenda con questa frase. Qual è l’obiettivo finale di CORPI?
CORPI evoca qualcosa di molto materiale come un corpo, che è fatto di molte parti diverse (mani, piedi, occhi, gambe, cervello, muscoli) che agiscono bene solo se agiscono insieme, come un corpo unico, appunto.
CORPI ha come obiettivo ultimo quello di essere anticorpi per il futuro, per essere in futuro immuni da certe nefandezze che si sono verificate, in modo che certe cose negative che sono successe alla città non si ripetano più.
CORPI può rimanere oltre le scadenze elettorali, a vigilare su quel che accade, indipendentemente dal governo cittadino di turno.
CORPI ha una visione di lungo, lunghissimo periodo e questo può aiutare la politica partitica a darsi una continuità di indirizzo, basata sul bene comune, che vada al di là del normale alternarsi delle forze politiche al governo della città.
CORPI non è contro i partiti come tali, CORPI vuole aiutarli a dare il meglio di sé e non il peggio.
CORPI è tutta una comunità che lavora per l’interesse collettivo e non per l’interesse personale o di pochi, chiunque essi siano.

Chi è il capo di CORPI?
Non c’è. Il corpo umano ha un capo (la testa), ma senza le gambe non va da nessuna parte, così come senza il fegato non vive molto a lungo ecc. Ogni membro di CORPI è indispensabile.
Funzioniamo come un tutto unitario o non funzioniamo affatto.
Non c’è un capo, non ci sono gerarchie. Ci sono modalità organizzative scelte insieme, cercando la sintesi e non la dittatura delle maggioranze.
C’è chi è più attivo o meno attivo, a seconda del tempo che si ha e della libera scelta di ciascuno.

Ho tanti impegni ogni giorno e non ho molto tempo, ma mi piacerebbe contribuire, come posso fare?
Si può rimanere informati tramite la mailing list e i canali social di CORPI e contribuire come si vuole e quando si vuole. La partecipazione può avvenire in mille modi: un messaggio, una proposta, un’idea, un’osservazione, un disegno, una canzone, un video, un post, una condivisione, un mi piace, un passaparola, anche in maniera non costante, anche una volta ogni tanto.
Siamo tutti lavoratori e abbiamo altre cose da fare nelle nostre giornate e quindi ognuno di noi dedica a CORPI il tempo che può, nei modi che può.